Vestirsi da golfista

Immaginate la scena: avete ricevuto il primo invito per andare a giocare su un vero campo da golf. In piedi davanti allo specchio di casa vostra, magari su uno dei tappeti shaggy alla moda che vanno di più in questo momento, vi guardate e… non avete idea di cosa indossi un giocatore di questo sport!

Non preoccupatevi: ci siamo noi a guidarvi in questo “universo nell’universo”. Anche il dress code del golfista, infatti, ha regole molto precise.

Prima lezione: le scarpe

Che sia in Grecia sotto un sole cocente, in Istria o in Scozia, dove lo sport è tradizionalmente considerato di casa, non importa, perché le scarpe da golf sono sempre le stesse!

Si può optare per un modello firmato da un’azienda specializzata, oppure rivolgersi alle grandi marche che normalmente sponsorizzano eventi sportivi di questo genere, che ne producono alcuni modelli ogni anno.

Fondamentale è non improvvisare comprando un qualsiasi paio di sneaker, perché a queste andranno poi aggiunti i particolari tacchetti, di metallo o plastica, che servono ad avere aderenza sul terreno. Alcuni brand propongono anche dei modelli con tacchetti incorporati: il movimento dei piedi è fondamentale nel golf, quindi se vi sentite più sicuri con una scarpa del genere, non esitate!

Seconda lezione: il completo da gioco

Più che avere delle indicazioni su cosa indossare, il codice di regole del golf vieta tutta una serie di indumenti: le t-shirt senza colletto (quindi tutto ciò che non è una polo non deve fare la propria comparsa sul green); le tute da ginnastica; le felpe col cappuccio; i blue jeans: le canottiere; le infradito o le ciabattine da piscina.

È vero, si gioca nella natura, ma non ci si trova nel proprio giardino personale, e la bella figura deve essere al centro dei nostri pensieri, insieme al rispetto per gli altri giocatori. Un berretto è optional, le buone maniere, invece, sono di rigore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *